Divorare il cielo

maggio 14, 2018

Libro fantastico Divorare il cielo di Paolo Giordano, Le estati a Speziale per Teresa non passano mai. Ottenere questo libro Divorare il cielo gratuitamente online su internet, Giornate infinite a guardare la nonna che legge gialli e suo padre, lontano dall’ufficio e dalla moglie, che torna a essere misterioso e vitale come la Puglia in cui è nato. Puoi scaricare questo libro Divorare il cielo in formato PDF. Poi un giorno li vede. Sono «quelli della masseria», molte leggende li accompagnano, vivono in una specie di comune, non vanno a scuola ma sanno moltissime cose. Credono in Dio, nella terra, nella reincarnazione. Tre fratelli ma non di sangue, ciascuno con un padre manchevole, inestricabilmente legati l’uno all’altro, carichi di bramosia per quello che non hanno mai avuto. A poco a poco, per Teresa, quell’angolo di campagna diventa l’unico posto al mondo. Il posto in cui c’è Bern. Il loro è un amore estivo, eppure totale. Il desiderio li guida e li stravolge, il corpo è il veicolo fragile e forte della loro violenta aspirazione al cielo. Perché Bern ha un’inquietudine che Teresa non conosce, un modo tutto suo di appropriarsi delle cose: deve inghiottirle intere. La campagna pugliese è il teatro di questa storia che attraversa vent’anni e quattro vite. I giorni passati insieme a coltivare quella terra rossa, curare gli ulivi, sgusciare montagne di mandorle, un anno dopo l’altro, fino a quando Teresa rimarrà la sola a farlo. Perché il giro delle stagioni è un potente ciclo esistenziale, e la masseria il centro esatto dell’universo.

Libro fantastico Divorare il cielo di Paolo Giordano

Dettagli prodotto

Copertina rigida: 430 pagine
Editore: Einaudi (8 maggio 2018)
Collana: Supercoralli
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8806222279
ISBN-13: 978-8806222277
Peso di spedizione: 522 g

Recensione per questo libro:
Beate le ferie che mi hanno permesso di prendere in parola il titolo di questo libro e di “divorarlo” in pochi giorni grazie a letture fiume che non volevano interrompersi. Perchè la storia di questi quattro giovani che vogliono “divorare il cielo” ma sono anche pragmatici e legati alle loro radici e di quelle che catturano. Di Giordano avevo letto solo il celebre esordio e in questo libro vi ho ritrovato la stessa semplicità e leggerezza nel trattare temi importanti come l’amore, l’amicizia, l’ambizione, l’estro giovanile, la saggezza dell’età matura. E quest’ultima è splendidamente incarnata dalla figura di Cesare, padre “adottivo” dei ragazzi che vivono all’interno della masseria pugliese che rappresenta l’epicentro della storia. Una masseria vista come microcosmo che rappresenta il mondo fuori e che Cesare guida appunto con saggezza ma anche con il giusto disincanto. E questo che mi è piaciuto di questo libro. I sentimenti rappresentati senza affettazione, senza enfasi inopportuna ma nella loro semplicità. E se da quarantenne mi sono trovato ad ammirare molto Cesare, da padre mi sono piaciute molto le figure di Teresa e Bern, non perfette, non idealizzate, giovani che crescono con ambizioni e sogni che a volte si avverano e a volte si sfracellano strada facendo.
Molto bello.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *